SEZIONE SCUOLA PRIMARIA NAZIONALE

C. “Publio Vibio Mariano” di Roma con lo spettacolo “Raccontami col cuore”.

 

SEZIONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Associazione Teatrale IPERCASO di Montecorvino Rovella con lo spettacolo “Il Riscatto”.

 

SEZIONE SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Liceo Classico “Fiorentino” di Lamezia Terme con lo spettacolo “La maledizione dei Labdacidi”.

 

SEZIONE SPECIALE SCUOLE DI CAMPAGNA

Istituto Comprensivo “Campagna Capoluogo” per lo spettacolo “Un regalo speciale”.

 

PREMIO “GERIONE” - BIGLIETTO DI RITORNO

Associazione Musicanova di Roma per lo spettacolo “Tutto questo sono stato”.

Motivazione: Mamma, nonna, cacciatore, lupo e bosco di Cappuccetto Rosso sono artefici di paura e ci insegnano a difenderci nascondendoci  dietro  muri e barriere. I ragazzi di Musica Nova, ribaltando la tradizione narrativa, ci dicono che bisogna combattere e sconfiggere la  paura perché uccide la libertà e costringe alla solitudine. Messaggio profondo, testo ricco di poesia, sostenuto da un linguaggio corporeo fluido, pulito e preciso,  oggetti di scena che hanno assunto  valenza simbolica e sono diventati  essi stessi  scenografia: questi gli ingredienti di un lavoro corale tecnicamente molto valido , di buon impatto emotivo  e risultato di un percorso laboratoriale in cui fare e riflettere sono momenti fondamentali e complementari.

 

PREMIO UNICEF

Istituto Comprensivo “Don Milani” di Aquileia (UD) per lo spettacolo “KUFI, ITALY MON AMOUR”.

Motivazione: Lo spettacolo ha messo in scena in modo coraggioso la storia che inizia lontano, al di là del mare, di un ragazzo che desidera realizzare soltanto il proprio sogno e tra viaggi illegali, vita clandestina, speranze disattese, violenze ed abusi, vive il passaggio traumatico dall’adolescenza all’età adulta.

 

Segnalazioni speciali

I.C. “G. Palatucci” di Quadrivio di Campagna per lo spettacolo “E FU COSI’ CHE…” 

Motivazione: L’Io parlante di Mirko, bambino sordomuto protagonista della vicenda, ci apre una prospettiva spesso trascurata sulla possibilità di vivere la diversità a 360°, utilizzando linguaggi espressivi alternativi alla comunicazione verbale. Con un solo click Mirko fa comprendere alla realtà sociale in cui vive quanto sia complicato il suo deficit, ma anche quanto sia autentica ed originale la sua diversità.

 

Scuola Secondaria di 1° grado dell’Istituto Comprensivo “Campagna Capoluogo” per lo spettacolo “#Je suis Amanda”.

Motivazione: In modo  crudo, essenziale ed efficace, centrando in pieno la tematica della 11ª Rassegna “Il Gerione”, la messinscena ha ripercorso situazioni in cui oggi molti adolescenti si trovano coinvolti quando il mondo virtuale dei social network si trasforma in un incubo reale capace di distruggere vite e relazioni. Sullo sfondo di queste vicende c’è sempre la solitudine che, incolmabile ed insostenibile, soffoca  i giovani nel silenzio e nell'indifferenza.